METEO
BORSA
23/08/2019 22:10
CRONACA
UTILITIES
Oroscopo del Giorno
Mappe
Treni: Orari e Pren.
Alitalia: Orari e Pren.
Meridiana: Orari e Pren.
Airone: Orari e Pren.
Calcolo Codice Fiscale
Calcolo ICI
Calcolo Interessi Legali
Calcolo Interessi di Mora
Verifica Partite IVA
Ricerca C.A.P.
Ricerca Raccomandate
Ricerca Uffici Giudiziari
Gazzetta Ufficiale

‘Ndrangheta, arrestato giudice di Reggio

Indagine del pm Boccassini. In manette il presidente della sezione «Misure di prevenzione» del Tribunale Giglio e un consigliere regionale Pdl

 È scattato nella mattinata di mercoledì un
 maxiblitz contro la 'ndrangheta. Da Milano a
 Reggio Calabria, la maxi operazione ha avuto
 come epicentro l’azione nei confronti degli
 affiliati alla famiglia Valle-Lampada, ma an-
 che contro una serie di professionisti che li
 aiutavano con i propri servigi. E gli arresti
 sono eccellenti.

Stando a fonti di stampa, nella maxi operazione - coordinata dal procuratore aggiunto Ilda Boccassini con ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip Giuseppe Gennari - è stato coinvolto Vincenzo Giglio, 51 anni, presidente di Corte d’assise ed esponente di spicco di Magistratura democratica, docente di diritto penale all’Università statale Mediterranea di Reggio Calabria. Pare che il procuratore Boccassini e i sostituti procuratori Paolo Storari e Alessandra Dolci gli contestino il reato di corruzione e  favoreggiamento personale nei confronti di un esponente del clan Lampada, con l’aggravante di aver commesso questi reati «al fine di agevolare le attività» dell’organizzazione mafiosa.

In manette poi anche un avvocato lombardo e il consigliere reginale calabrese Franco Morelli (Pdl): si tratta del secondo consigliere arrestato dopo Santi Zappalà.

30-11-2011

Linear

Copyright 2006 © Cookie Policy e Privacy